fbpx

Manabile Semiserio di Excel – Seconda parte per utenti bravini

Pubblicato “Manabile semiserio di Excel, Seconda parte per utenti bravini” di Lamberto Salucco

 

Anche questo “Manabile Semiserio di Excel – Seconda parte per utenti bravini” è nato dalle mie lezioni. E ovviamente anche questo è stringato e diretto perché le cose mi piacciono ancora così.

Ed è serio ma senza essere serioso. Perché la vita deve essere così.

Clicca qui per acquistare la seconda parte del Manabile Semiserio di Excel su Amazon.

Questa è l’introduzione del secondo volume.

Eccoci qua. È passato solo qualche mese da quando ero in Francia a scrivere il primo “Manabile Semiserio di Excel” e il mondo è cambiato.

Aprile 2020: inizio a scrivere questo secondo volume in una situazione completamente diversa. Sono in giardino a Firenze, il sole inizia a scaldare davvero ma per strada non c’è nessuno.

Pare che la quarantena sia più forte della primavera.

Ma la vita va avanti e, cercando di guardare il lato positivo delle cose, in fondo è un buon periodo per scrivere: si continua per quanto è possibile a seguire alcuni clienti, le docenze si sono spostate su piattaforme online e ci si può concentrare su progetti che normalmente verrebbero accantonati per mancanza di tempo.

Spero quindi che gli argomenti che ho scelto per questo libro, nati come sempre da domande e richieste che mi sono arrivate durante le lezioni, possano essere d’aiuto per gli utenti “un po’ meno principianti”. Generalizzando, potremmo definirlo un livello intermedio in cui si trovano elementi molto eterogenei ma che ritengo fondamentali per utilizzare bene un foglio elettronico.

Anche questa volta faccio una brevissima serie di considerazioni che penso siano utili per essere chiari fin dall’inizio:

  • Esistono milioni di manuali di Excel fighi. Se il vostro livello nella gestione di un foglio di calcolo è “divinità onnipotente” non comprate questo libro: non vi serve e non è scritto per voi.
  • La definizione “manabile semiserio” significa che posso parlare di argomenti seri anche con un tono non serioso. Oppure sì. Dipende da come mi gira.
  • Essendo una “Seconda parte”, vuol dire che ne esiste una precedente che, ovviamente, tratta argomenti più elementari. Se siete a zero di Excel e avete sbagliato libro mi dispiace per voi ma non è colpa mia. Può anche darsi che scriva un terzo volume, credo di sì ma in questo momento non ne sono sicuro.
  • Come nel primo volume cercherò, dove possibile, di portare avanti gli argomenti con paralleli tra Excel e Calc: molte cose possono essere fatte anche con i software open source e cercherò di farvele notare tutte. Su altre invece MS Excel è imbattibile, occorre ammetterlo.
  • I nomi delle funzioni verranno riportati anche in lingua inglese. Non è un vezzo stupido: cercando aiuto su internet (motori di ricerca, tutorial, gruppi) possono essere più utili di quanto crediate.
  • Le scorciatoie da tastiera tipo CTRL+C le chiamo “shortcut”, oppure “scorciatoie”, oppure “shortcut da tastiera”, oppure boh.
  • Quando troverete il termine “Excel” sappiate che intenderò genericamente “foglio di calcolo”. Quando servirà scriverò “MS Excel” e “Calc” per distinguere i due mondi: Microsoft e open source.
  • Le schermate generalmente rappresentano MS Excel o Calc in ambiente MacOS ma potrebbero esserci delle eccezioni. Giuro che se mi ricordo di farlo specificherò al massimo dove è stata catturata (qualora ritenga che sia importante farlo)
  • Talvolta userò il singolare “stai attento a” e talvolta il plurale “state attenti a”. Non c’è un vero motivo, diciamo che a forza di fare consulenze individuali e docenze collettive il cervello non mi funziona più tanto bene.
  • Ho deciso di disinteressarmi dei Fogli Google altrimenti sarebbe davvero diventata l’Opera del Duomo. La maggior parte della roba che ho citato funziona anche lì.