Pillole di Excel – 47 – Tabelle dati

Iniziamo subito dicendo che normalmente quando si ha un insieme di dati in un foglio elettronico si tende a chiamarlo tabella dati senza renderci conto che una Tabella Dati è una cosa ben precisa: un oggetto di Microsoft Excel dotato di caratteristiche peculiari e che serve a scopi ben precisi.

Le Tabelle Dati possono essere a una o due variabili; le vedremo entrambe, facendo qualche esempio che spero possa essere utile.

 

TABELLE DATI A UNA VARIABILE

Le Tabelle Dati a una variabile sono la tipologia più semplice. In pratica si fornisce a Excel un modello di calcolo e si fa in modo che venga replicato modificando una certa variabile in modo da fornire una sorta di simulazione. Infatti rientra nelle funzionalità di cosiddetta analisi What-If o Analisi di Simulazione.

Un esempio renderà tutto più chiaro, guardate questo foglio.

Pillole di Excel - 47 - Tabelle dati - Lamberto Salucco

Le celle sulla sinistra contengono il procedimento per calcolare i costi di pubblicazione del libro che state leggendo. Per un’improbabile quanto suicida stampa di una singola copia viene ipotizzata una spesa di € 275 per costi fissi di stampa, € 450 per la copertina e un costo di € 3,50 per ogni singola pagina. Supponendo che il testo sia composto da 100 pagine occorre ovviamente moltiplicare 3,5 per 100 e aggiungere le altre due voci ottenendo alla fine € 1075.

Sulla destra abbiamo la proiezione di quanto cambierebbe il totale se le pagine del libro fossero 80, 90 etc. Per fare questo occorre “insegnare” alla colonna di destra a comportarsi come il modello fornito a sinistra. Ed è proprio qui che ci vengono in aiuto le Tabelle Dati.

Per prima cosa è stato necessario copiare la cella B8 contenente il totale e incollarne il collegamento nella cella E3 tramite Incolla Speciale. Questo passaggio è fondamentale e permetterà a Excel di collegare ciò che è stato fatto con ciò che si deve fare.

Successivamente abbiamo selezionato l’intera tabella di destra (D3:E9), dal menu/tab Dati abbiamo scelto Analisi di Simulazione | Tabella Dati e abbiamo digitato B5 nell’area Cella di Input per Colonna, dato che nel modello di sinistra era la cella che conteneva il numero di pagine del libro, la famosa variabile.

Pillole di Excel - 47 - Tabelle dati - Lamberto Salucco

Cliccando su Ok la Tabella Dati verrà automaticamente creata da Excel.

 

Una funzione particolare

Attenzione: ogni cella calcolata da questo strumento conterrà adesso la strana funzione {=TABELLA(;B5} ed è perfettamente normale: le parentesi graffe fungono da formula di matrice, magari se ne parlerà nel prossimo libro.

 

TABELLE DATI A DUE VARIABILI

Continuando con questo atroce e autoreferenziale esempio, supponiamo di poter scegliere anche fra diversi tipi di copertina che avranno chiaramente prezzi diversi.

Pillole di Excel - 47 - Tabelle dati - Lamberto Salucco

In questo modo le variabili in gioco diventano due e vanno calcolate entrambe nella simulazione. La disposizione dei dati non seguirà quindi solo il senso verticale ma si svilupperà anche in orizzontale per consentire gli incroci.

La procedura per realizzare questo tipo di Tabella Dati, come avrete già intuito, è identica all’altra. Salvo per la selezione delle celle input perché serviranno sia quella per riga sia quella per colonna.

Pillole di Excel - 47 - Tabelle dati - Lamberto Salucco

Ogni cella così calcolata mostrerà, similmente a quanto già successo, come contenuto {=TABELLA(B7;B5)}.

Purtroppo le Tabelle Dati non sono disponibili su OpenOffice mentre su Libre Office esistono e sono accessibili in genere dal menu Dati | Operazioni multiple

Pillole di Excel - 47 - Tabelle dati - Lamberto Salucco

 

 

 

Tratto da “Manabile Semiserio di Excel – Parte Seconda per utenti bravini

Qui il link per acquistare il libro su Amazon

Manabile Semiserio di Excel - Seconda parte per utenti bravini - Lamberto Salucco | Rebus Multimedia

Altri articoli

500.000 VISITE!!!

Ep. 63: “Ritorno a Firenze City”

https://www.youtube.com/watch?v=z31m0UNXJnQ   Supermegaboy chiede a Supermiguel Ramonito Gomez de la Sernita un aiuto per tornare a...

Il rosso e il nero della comunicazione

Pubblicato il primo e-book con marchio Edida.

Ep. 36: “Un brusco risveglio”

https://www.youtube.com/watch?v=EN9XTxBF4A0   Era una notte d’inizio inverno a Firenze City, quando qualcuno suonò alla porta del...

L’arte delle fregature – 1.01 – Euristica della disponibilità

“We notice things already primed in memory or repeated often” in italiano sarebbe “Notiamo...

Ep. 57: “Pirricchio nello spazio”

https://www.youtube.com/watch?v=UpTOpT8hBGk   In una stanza segreta dell’Old Palace, a Firenze City, Maramao Babonzi e Brutus Dexter...
spot_img

Lamberto Salucco

(Firenze, 1972) – Sono un consulente informatico (ma laureato in Lettere Moderne), mi occupo di marketing (ma solo digitale), social media (ma non tutti), editoria (ma non cartacea), musica (ma detesto il reggae), formazione (ma non scolastica), fake news (ma non sono un giornalista), programmazione (ma solo Python), siti web (ma solo con CMS), sviluppo app (ma solo iOS e Android), bias cognitivi (ma non sono uno psicologo), intelligence informatica (ma solo OSINT), grafica 3D (ma niente CAD), grafica 2D (ma niente Illustrator), Office Automation (ma non mi piace Access).
 

Forse ti potrebbe interessare anche: