Programmare l’ESC Axial AE-2

L’Axial SCX10 è dotato di un ESC senza troppe pretese ma per un utilizzo che non preveda competizioni può andare più che bene. Il problema è la programmazione se non siete dotati del cavo per collegarlo al PC, ma quella che segue è la giusta guida per risolvere il problema.

Sul manuale di istruzioni è riportata una procedura che risulta utile per il solo reset dell’elettronica: non permette di regolare praticamente niente ad eccezione del punto di massima accelerazione ed il freno.

Sarebbe utile però poter programmare anche la “forza” da imporre in situazioni di stop ed il tipo di drag-brake. Questo è possibile anche senza collegarci al computer con il cavetto della Castle Creations.

Per prima cosa dobbiamo capire come l’esc comunichi con noi: dal momento che non è dotato di lcd lo fa tramite dei “bip” che dovremo prontamente contare per capire la sezione in cui siamo e l’impostazione che vogliamo settare.

Il primo bip indica la sezione mentre il secondo l’impostazione; per accettare dovremo accelerare sul radiocomando, per rifiutare dovremo frenare.

Attenzione: dire sì non significa accettare la configurazione ma indica che vogliamo procedere al prossimo settaggio nella stessa sezione. Frenare, al contrario, indica che vogliamo fermarci su questa impostazione e quindi procedere alla prossima.

Vediamo come è strutturato il menu dell’Axial AE-2:

Cut-Off voltage: qui impostiamo il limite di voltaggio della batteria sotto al quale l’esc toglie corrente. Molto utile con le LiPo per non danneggiarle. I settaggi disponibili sono:

  1. No cut: da non utilizzare con batteria LiPo, indicato invece per NiMH o NiCD
  2. Auto: l’esc si regola automaticamente in caso sia installata una batteria LiPo da 2 o 3 celle.

Drag-Brake: da qui regoliamo in percentuale quanta forza vogliamo sia imposta sul motore per tenere fermo il mezzo in salita o discesa. Configuratelo a seconda del terreno e della prova che dovrete affrontare. Queste le impostazioni:

  1. Disabilitato
  2. 15%
  3. 25%
  4. 40%
  5. 50%
  6. 100%

Brake-Reverse type: in questa sezione possiamo impostare la retromarcia con i seguenti parametri:

  1. L’esc trasmetterà al motore il comando di retromarcia soltanto dopo 2 secondi di posizione neutra del gas
  2. Avanti e freno: la retromarcia è disabilitata. Utile per quelle competizioni in cui la retro è vietata.
  3. Retro attivata non appena il motore raggiunge il punto di stop (0 rpm)

A questo punto possiamo entrare in modalità configurazione:

  1. Accendete il radiocomando
  2. Date gas al massimo
  3. Accendete la ricevente sull’auto mentre continuate a dare gas.

Sentirete dei bip emessi dall’esc: lasciate il gas ed ascoltate… Sentirete un bip-pausa-bip: questo indica che siete nella sezione 1 al parametro 1. Se volete accettare subito la prima impostazione premete il freno.

Adesso siete entrati nella sezione 2 e quel che sentirete sarà: bip bip – pausa – bip. Se volete impostare il brake al 100% accelerate e rilasciate il gas: sentirete adesso un bip bip – bip bip. Questo indica che siete al parametro due della sezione due. Procedete con questo sistema fino a scegliere il parametro corretto che dovrete confermare frenando (come dire “voglio questo, mi fermo qui”).

Quando arriverete a confermare l’impostazione della sezione tre, capirete di aver finito in quanto l’esc Axial emetterà una serie di bip bitonali al termine dei quali potrete utilizzare il mezzo.

Spero la guida sia utile come lo è stata per me e, come sempre, chiedete se avete dubbi.

Altri articoli

L’insostenibile leggerezza nell’uso del cellulare

Firenze, Settembre 2015. Arrivare a Careggi è uno slalom di cantieri, deviazioni al limite dell'idiozia...

La prestigiosa galleria Farini si espande e approda a Bologna

Galleria Farini Concept presenta l'evento d'arte internazionale “Arte a Palazzo” rivolto a tutti gli...

Illusione iPad

Una pia illusione dovuta all'infervoramento di un momento che purtroppo è rimasto fine a...

Reparti dei supermercati rimescolati

È una cosa dei supermercati che proprio non digerisco, anche se dal punto di...

Onavo: il piano dati sotto controllo

Il software che quest'oggi vogliamo segnalare è quanto di più semplice e funzionale si...

FaceBook verso climi più freddi a Lulea

Facebook, il più grande social network del mondo, sta approntando un nuovo data center...
spot_img

Lamberto Salucco

(Firenze, 1972) – Sono un consulente informatico (ma laureato in Lettere Moderne), mi occupo di marketing (ma solo digitale), social media (ma non tutti), editoria (ma non cartacea), musica (ma detesto il reggae), formazione (ma non scolastica), fake news (ma non sono un giornalista), programmazione (ma solo Python), siti web (ma solo con CMS), sviluppo app (ma solo iOS e Android), bias cognitivi (ma non sono uno psicologo), intelligence informatica (ma solo OSINT), grafica 3D (ma niente CAD), grafica 2D (ma niente Illustrator), Office Automation (ma non mi piace Access).
 

Forse ti potrebbe interessare anche:

1 COMMENT

Comments are closed.