Retroilluminazione dello smartphone: Backlight Switch

 

Il software che oggi voglio presentarvi (Backlight Switch) è una sorta di uovo di Colombo. Il bello è che unisce alla sua utilità una semplicità d’uso disarmante.

Per di più è gratis e la pubblicità che contiene non risulta invasiva: cosa volere di più?

Quante volte capita di utilizzare un’applicazione per un tempo che andasse oltre il limite imposto per lo spegnimento del display?

In questi casi dover premere il tasto di accensione e sbloccare lo smartphone è una vera noia.

Fortunatamente tra le centinaia di migliaia di applicazioni presenti sul Google Play Store ne possiamo trovare una che ci viene incontro: Backlight Switch.

Il software una volta installato ci consente di tenere accesa la retroilluminazione in modalità manuale, senza dover intervenire nel menù impostazioni.

Basta semplicemente inserendo l’apposito comando nella barra delle notifiche.

La configurazione del programma consente anche di impostare un tempo limite di sicurezza in modo che non si rischi di “dimenticarsi” il display acceso.

Ma la funzione più utile risulta sicuramente la possibilità di inserire un “trigger” basato sull’applicazione lanciata.

Questo significa che potremo dire a Backlight Switch di attivare la retroilluminazione fissa soltanto quando lanciamo determinate applicazioni, e siamo noi a poterle scegliere in base a quelle installate.

Un esempio lampante è costituito dall’utilizzo di Google Maps: non sarebbe utile poter avere il display sempre acceso senza doverlo toccare? Bene, con Backlight Switch si può.

Altro esempio: siete giocatori di Ingress il nuovo gioco di Google basato sulla realtà aumentata?

Che facciate parte della Resistenza o degli Illuminati, il display che si spenge mentre siete in modalità ricognizione sulla mappa è una vera noia.

Adesso, impostando Ingress tra le applicazioni che attivano l’utility, non avrete più questo problema: io per primo l’ho provata per questo utilizzo e devo dire che risulta davvero ottima.

Vi lascio con un paio di screenshots ma il consiglio è quello di installarla e provarla; è gratis, è utile e non è invasiva: come un’applicazione dovrebbe essere realmente insomma.

 

 

 

 

 

 

Altri articoli

Divertente spot radio di Poltrone & Sofà

Uno spot "nonsense" di Poltrone & Sofà (secondo me molto divertente) registrato in diretta...

Audiomanager widget: tutti i volumi a portata di dita

Se la regolazione del volume fino ad ora era stata problematica, o quantomeno lunga,...

Nissan Leaf: elettrica per pochi

  Ieri Domenica 23 Settembre al parco delle Cascine ha avuto luogo la manifestazione rurale...

Roberta De Maddi In Mostra A Napoli Dal 6 Al 28 Agosto 2014

Articolo di Rosetta Savelli Napoli e la napoletanità da sempre hanno affascinato il mondo intero...

Previsioni del tempo e follia mediatica

  Post molto breve atto a togliermi un dubbio: sono per caso l'unico a ritenere...

Le virtual machine e le PMI

  Dopo aver visto in questo articolo cosa sia una virtual machine e quali vantaggi...
spot_img

Lamberto Salucco

(Firenze, 1972) – Sono un consulente informatico (ma laureato in Lettere Moderne), mi occupo di marketing (ma solo digitale), social media (ma non tutti), editoria (ma non cartacea), musica (ma detesto il reggae), formazione (ma non scolastica), fake news (ma non sono un giornalista), programmazione (ma solo Python), siti web (ma solo con CMS), sviluppo app (ma solo iOS e Android), bias cognitivi (ma non sono uno psicologo), intelligence informatica (ma solo OSINT), grafica 3D (ma niente CAD), grafica 2D (ma niente Illustrator), Office Automation (ma non mi piace Access).
 

Forse ti potrebbe interessare anche:

1 COMMENT

Comments are closed.