Riviste di informatica: eterni ritardatari

È molto che non scrivo qui sul blog e me ne scuso con i miei lettori; ho avuto un periodo molto intenso al lavoro e la sera, una volta a casa, ho avuto poche forze mentali per riuscire a scrivere qualcosa.

E come rientrare in grande stile se non con un “Pareri e Pensieri“?

Questa volta mi rivolgo alle riviste di informatica, quelle specializzate; già con il termine specializzate restringo di molto la cerchia, ma nello specifico mi riferisco a “PC Professionale” e “CHIP”.

Ah amati tempi in cui leggevo “MC Microcomputer”: quella sì che era una Rivista con la R maiuscola. All’epoca parlare di un computer era come parlare adesso di tecniche di teletrasporto.

Purtroppo una rivista di quella caratura oggi come oggi risulta completamente assente nel panorama giornalistico italiano; non me ne vogliate, ma se leggete “JACK” tanto vale che cambiate blog e vi fermiate nella lettura di questo articolo. JACK è la classica rivista da portarsi in spiaggia, adatta a chi di tecnologia capisce poco, a quelli che non riescono nemmeno ad impostare il timer del microonde; però in quella nicchia sfonda, e quindi è giusto che la sua essenza rimanga.

E pure PC Professionale che tante soddisfazioni mi ha regalato, negli ultimi anni sembra aver abdicato in favore delle frivolezze accantonando gli aspetti più tecnici; un esempio lampante sono le prove un tempo redatte su più pagine, mentre oggi si fermano a due e mezzo con all’interno i risultati dei benchmark. E CHIP, nonostante sia di origini tedesche se non erro, non è da meno.

Quel che però mi ha spinto a scrivere queste poche righe non è l’assenza di nozioni tecniche all’interno degli articoli delle riviste di informatica quanto il loro costante ritardo, anche di alcuni mesi.

Nello specifico mi riferisco alla prova del Galaxy Note 2 sul numero di Gennaio 2013 di PC Professionale. Nella prima colonna si legge verso la fine la seguente frase: ” … a distanza di circa un anno Samsung è pronta a rilanciare con il Note II …”.

Signori, sveglia: il Note 2 è uscito da oltre tre mesi. Capisco i tempi necessari alla recensione, ma non potete pubblicare un articolo in clamoroso ritardo sull’uscita di uno smartphone. Non si tratta di non riuscire a stare al passo delle uscite, ma di riprogettare completamente la testata e la scaletta.

Così, scusate se mi permetto ulteriormente, ci fate la figura dei “peracottari” essendovi persi l’uscita del terminale (questa almeno è l’impressione che date). Un articolo come quello in questione sarebbe dovuto uscire con il numero di Ottobre se non addirittura di Settembre; invece eccotelo a Gennaio… a questo punto potevate evitare.

E non è la prima volta. In tante occasioni ho letto articoli che decantavano le caratteristiche di un prodotto innovativo sotto molti punti di vista ed appena uscito sul mercato… appena 3 mesi prima forse? Anche 4 dai.

Forse sono troppo esigente, ma mi manca il vecchio MC Microcomputer, mi manca quel che credevo potesse essere il giusto erede ma che invece si è dimostrato un’operazione di mercato in cui chi dirige non nutre la stessa passione nei confronti della tecnologia come coloro che scrivono gli articoli.

E questo è male, perchè non sarò certo l’unico ad aver notato questo cambio di rotta nelle riviste di informatica. Vi state relegando al ruolo di “rivista da parrucchiere”, ed anche questo è male, almeno per noi.

Altri articoli

Guerra per un brevetto

  Non so voi ma io mi sono proprio stufato della situazione attuale nel panorama...

EverNote: note ricche e sincronizzate

EverNote, raggiungendo la versione 1.3 si arricchisce di funzionalità e raggiunge un ottimo livello...

Nissan Leaf: elettrica per pochi

  Ieri Domenica 23 Settembre al parco delle Cascine ha avuto luogo la manifestazione rurale...

Firenze: i biglietti elettronici ATAF sono serviti

Scordatevi il biglietto di cartone, scordatevi la corsa dal tabaccaio per comprarlo. D'ora in...

Roberta De Maddi In Mostra A Napoli Dal 6 Al 28 Agosto 2014

Articolo di Rosetta Savelli Napoli e la napoletanità da sempre hanno affascinato il mondo intero...

HACCP: questa sconosciuta

Chi di voi avrà avuto modo di lavorare a contatto con il cibo conoscerà...
spot_img

Lamberto Salucco

(Firenze, 1972) – Sono un consulente informatico (ma laureato in Lettere Moderne), mi occupo di marketing (ma solo digitale), social media (ma non tutti), editoria (ma non cartacea), musica (ma detesto il reggae), formazione (ma non scolastica), fake news (ma non sono un giornalista), programmazione (ma solo Python), siti web (ma solo con CMS), sviluppo app (ma solo iOS e Android), bias cognitivi (ma non sono uno psicologo), intelligence informatica (ma solo OSINT), grafica 3D (ma niente CAD), grafica 2D (ma niente Illustrator), Office Automation (ma non mi piace Access).
 

Forse ti potrebbe interessare anche: